THEME OPTIONS

Choose a combination of predefined colors here. Here are some examples. You can create any additional number on your backend theme, also can choose the background you want and four differents layouts.

SKINS LAYOUT STYLE
BACKGROUND PATTERNS

  • Home
  • /
  • BPER Banca Beach Volley Tour. Il World Tour torna in Romagna dopo 34 anni con il torneo 1 stella di Pinarella di Cervia

BPER Banca Beach Volley Tour. Il World Tour torna in Romagna dopo 34 anni con il torneo 1 stella di Pinarella di Cervia

25 Lug, 2019 / 0

Si scrive un pezzo importante di storia (sperando che si tratti della pirma pagina di un grande libro) del beach volley italiano da oggi a domenica sulla sabbia del Bagno Delfino di Pinarella di Cervia, dove, come quinto appuntamento stagionale del BPER Beach Volley Tour, va in scena il torneo 1 Stella maschile del World Tour, il circuito mondiale che si dipana su una cinquantina di appuntamenti in tutto il mondo.

Sono passati sei anni dall’ultimo torneo maschile del World Tour giocato in Italia e ben 34 dall’ultimo torneo del circuito mondiale disputato in Romagna, per la prima volta si organizza un torneo World Tour nella provincia di Ravenna: tutto questo spiega la portata storica dell’evento organizzato da BVU, in collaborazione con Power Beach e con Paolo Caponigri che per anni ha portato a Pinarella il Mondiale di beach tennis.

Un evento di alto livello anche dal punto di vista tecnico, visto che sono arrivate coppie da tutto il mondo per giocare qualificazioni (da oggi alle 12) e sfide del tabellone principale a 16 coppie da domani. C’è tanta Italia e anche un po’ di Romagna, rappresentata nel tabellone principale. L’organizzazione ha affidato infatti le due wild card a disposizione al giocatore più longevo fra i romagnoli del beach volley, Emanuele Monduzzi, 20 presenze in 23 anni di World Tour, oltre a 9 presenze in tornei targati Cev (la Federazione Europea che ha un ruolo importante nell’organizzazione di questo torneo) che giocherà in coppia con un altro romagnolo, Giorgio Zauli e al riminese Matteo Galli che ormai sta abbandonando la carriera da giocatore giramondo (12 presenze nel World Tour e 8 nel circuito Cev) per dedicarsi a quello di allenatore nello staff di Andrea Tomatis alla guida della nazionale maschile della Repubblica ceca e in particolare della coppia Perusic/Schweiner che punta alla qualificazione olimpica. Galli giocherà in coppia con Federico Morichelli. In tabellone principale sono già inserite altre due giovani e promettenti coppie italiane, Windisch/Cottafava, quarti all’Europeo under 22 che si è disputato due settimane fa ad Antalya e il primo vince campione del mondo Under 21 un mese fa in Cina e Alberto Di Silvestre (anche lui vice campione del mondo Under 21 in Cina) e Tobia Marchetto, altro giovane interessante che fa parte del Club Italia.

Nel tabellone principale sono inserite due coppie russe che finora hanno ottenuto risultati altalenanti nel World Tour, Hudyakov/Velichko che stanno preparando gli Europei in casa, a Mosca in programma fra due settimane (sono inseriti nello stesso girone degli azzurri Rossi/Carambula) e Sivolap/Yarzutkin, coppia che in stagione può vantare la vittoria a Kampong Speu in Cambogia (1 Stella), i secondi posti di siem Riep (Cambogia), Baden (Austria) e Ios Island (Grecia) e il quarto di Qidong in Cina. Yarzutkin è stato il primo compagno del campione del mondo Stoyanovskiy con cui ha ottenuto il quarto posto al Major Series di Gstaad nel 2016, oltre che il titolo europeo giovanile Under 22 e due terzi posti nei 3 stelle di Mosca e Kish Island sempre nel 2016.

La vera star del torneo, però, è il polacco Mariusz Prudel, 119 presenze nel World Tour e 2 vittorie (The Hague nel 2014 e Kish Island nel 2018) in coppia con Fijalek, attuale numero 3 al mondo in coppia con Bryl. Le strade dei due giocatori più famosi di Polonia si sono divise da un anno a questa parte e ora Prudel prova a risalire la china con un givane prodotto del prolifico vivaio polacco, Dominik Poznanski, classe 2000, quinto al Mondiale Under 21 dello scorso anno.

Due delle coppie di punta del tabellone principale arrivano dalla Repubblica Ceca (sotto la guida attenta di Matteo Galli, solo per questa occasione avversario e non allenatore), Myslivecek/Piher, Lenc/Habr, poi a scalare, gli svedesi Tholse/Molin, i brasiliani ex giovani promesse, poi non del tutto mantenute ma ancora competitivi e con tanta voglia di crescere Arthur Mariano (due volte campione del mondo under 21 nel 2014 e 2016) e Marcio Gaudie Ley, bronzo ai Mondiali under 21 2014, i giovani inglesi Bello/Bello, di origine sudamericana, protagonisti di Europei Under 20 e 22 (quinti in entrambe le manifestazioni) e vincitori dei Giochi del Commonwealth giovanili lo scorso anno.

Oggi alle 12 scattano le qualificazioni con 16 coppie al via per gli ultimi quattro posti nel tabellone principale (due turni ad eliminazione diretta): Su tutte le coppie al via spiccano i giovani Gorbenko/Ivanov, protagonisti del campionati giovanili continentali e gli azzurri Manni/Bonifazi (unica coppia italiana in qualificazione) che arrivano da una striscia di otto podi consecutivi al campionato italiano (per Bonifazi addirittura dieci) e dal terzo posto domenica a Cirò Marina nella quarta tappa del circuito tricolore.

Queste le sfide in programma per il primo turno delle qualificazioni: Kuvichka/Kislytsyn (Rus)-Manni/Bonifazi (Ita) (12), Sramek/Gala (Cze)-Plahutnik/Bošnjak (Slo) (12), Hajós/Benkö (Hun)-Jakopin/Bozenk (Slo) (12.50), Van Steenis/Vismans (Ned)-Goldschmidt/Williams (Rsa) (12.50), Miszczuk/Poznanski (Pol)-Vandecaveye/Vandecaveye (Bel) (13.40), Ertl/Kratz (Aut)-Gamlemoen/Helland (Nor) (13.40), Weiss/Tichy (Cze)-Oláh/Stréli (Hun) (14.30), Boag/Brewster (Usa)-Gorbenko/Ivanov (Rus) (14.30). Dalle 17.30 si disputano i quattro incontri decisivi per l’ingresso nel tabellone principale. Da domani le sfide del main draw.